liberatv
Pane e Vino
22.05.23 - 15:080

GastroTicino, assegnati i premi e i riconoscimenti per il 2023

Nei giorni scorsi, a Lugano, la cena di gala che ha chiuso la 119esima assemblea cantonale dell’Associazione. Oltre alla premiazione, il dibattito su “La ristorazione tra sfide e imprenditorialità”, preceduto dal saluto del vicesindaco Badaracco  

LUGANO - Durante la cena di gala che ha chiuso la 119esima Assemblea cantonale di GastroTicino - svoltasi negli scorsi giorni al ristorante Ciani Lugano - sono stati consegnati due attestati di riconoscenza e il Premio GastroTicino 2023 alla carriera, per l’attività svolta a favore della ristorazione ticinese.

Il primo riconoscimento è andato a Flora Bettosini-Macconi che festeggia quest’anno i 50 anni al Grotto Flora B&B; il secondo è stato consegnato allo chef Dario Ranza per la sua lunga e prestigiosa carriera e i numerosissimi premi e riconoscimenti ottenuti. Il Premio GastroTicino 2023 alla carriera è andato invece a Rosandra Ballinari, socia dal 1963 e molto attiva a favore dell’associazione sia a livello regionale che cantonale e federale.

Tra gli ospiti della serata, il presidente del Governo Raffaele De Rosa, il consigliere agli Stati Marco Chiesa, i consiglieri nazionali Fabio Regazzi e Rocco Cattaneo, e i rappresentanti di associazioni, enti e aziende partner.

Ad arricchire i lavori assembleari, anche il dibattito su “La ristorazione tra sfide e imprenditorialità”, preceduto dal saluto del vicesindaco di Lugano Roberto Badaracco. Moderato dal giornalista Angelo Chiello, capo redattore di Radio Ticino, hanno partecipato Massimo Suter (presidente GastroTicino, vicepresidente GastroSuisse, vicepresidente Ticino Turismo e membro del CdA di Svizzera Turismo), Fabio Regazzi (Consigliere nazionale “il Centro”, presidente Unione svizzera delle arti e dei mestieri, imprenditore), Andrea Gehri (presidente Camera di commercio, dell’industria, dell’artigianato e dei servizi del Cantone Ticino, imprenditore), Gerhard Lob (giornalista per diverse testate di Oltre San Gottardo), Michele Valsangiacomo (direttore dell’Hotel Coronado di Mendrisio, imprenditore).

Davanti a una platea che ha gremito l’Asilo Ciani, i relatori hanno analizzato in modo completo e approfondito le sfide che la ristorazione dovrà affrontare (conseguenze della guerra in Ucraina, aumento dei costi di gestione, penuria di personale qualificato, burocrazia, traffico…), invitando la categoria a considerare l’utilizzo della tecnologia in ogni aspetto della professione, il Piano in cinque punti di GastroSuisse per contrastare la carenza del personale, le tendenze del mercato e le preferenze dei clienti, la sostenibilità ambientale, l’importanza della formazione, le sinergie con il turismo e la nuova Legge sugli esercizi alberghieri e la ristorazione (LEAR).

Potrebbe interessarti anche
Tags
riconoscimenti
ristorazione
premi
gastroticino
ticino
lugano
sfide
119esima assemblea
119esima assemblea cantonale
imprenditorialità
TOP NEWS Pane e Vino
News e approfondimenti Ticino
© 2024 , All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile