liberatv
Politica e Potere
28.03.22 - 08:570

Morisoli: "Cosa significa neutralità di fronte a questa macellazione?"

Il capogruppo UDC si smarca ancora dalla linea del partito sulla guerra tra Russia e Ucraina: "La libertà ha un costo, ma non un prezzo"

di Sergio Morisoli*

Mi permetto solo una cosa: guardate che sta avvenendo un massacro di persone innocenti, deportazioni e stupri a catena; separazioni selettive di bimbi dalle madri, corridoi umanitari disseminati di mine antiuomo, mitragliamento di persone in colonna in attesa di pane e acqua, fosse comuni. I ragazzini siberiani sui carri armati russi che piangono perché non sanno perché devono uccidere degli innocenti.

Non lo dice la propaganda americana, me lo dicono persone di cuore che sono giù e che non gliene frega niente né di Putin né di Biden, né dei nostri schemi ideologici. Cosa significa neutralità di fronte a questa macellazione?

Ci tengo tantissimo alla neutralità svizzera, ma non quella dei club che sennò ci tocca pagare di più la benzina, che sennò ci manca qualcosa, che sennò…La libertà ha un costo ma non un prezzo, chi è sotto le bombe e resiste lo sa. Come noi sappiamo che dovremo fare forse rinunce e sacrifici per proteggerla. E lo faremo.

La neutralità non è un marchio o le tre stelle Michelin da esporre con la speranza che gli altri l’apprezzino. Nel XXI secolo tutto è cambiato tutto. Per questo il nostro Paese deve sviluppare un forte dibattito culturale interno, prima che politico, con i migliori cervelli e i migliori uomini di buona volontà per ridefinire la nostra neutralità. Non basta più il né con l’uno e il né con l’altro. La violenza e la prepotenza ci spazzerebbero via in un soffio.

Si intuisce il bisogno di una nostra neutralità di cui il mondo intero è mendicante, ma non quella che fu o che vorremmo fosse ancora, quella non serve più a nessuno, nemmeno a noi. È maledettamente difficile trovarne una nuova e adatta ai tempi presenti, tempi che saranno anche i futuri, ma occorre cercare, cercare. È un problema morale di nazione, di identità. Di saper chi vogliamo essere e di conoscere come vogliamo essere visti noi, i nostri figli e i nostri nipoti. Abbiamo già perso troppi anni a non più occuparcene, convinti che neutri una volta, si è poi neutri per sempre.

Oggi sappiamo che la neutralità va coltivata nei tempi di pace, va sorretta con la difesa della verità e va nutrita con la speranza; in continuazione, senza pausa. Il Presidente Cassis dovrebbe lanciare una task force per ridisegnare, progettare e infine realizzare la nuova neutralità svizzera per il XXI secolo. Sarebbe il regalo più bello da fare agli svizzeri e al mondo nell’anno della presidenza ticinese.

*capogruppo UDC in Gran Consiglio 

Potrebbe interessarti anche
Tags
significa
morisoli
neutralità
fronte
cosa significa
macellazione
udc
capogruppo udc
libertà
capogruppo
TOP News
News e approfondimenti Ticino
© 2022 , All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile