liberatv
TIPRESS
Cronaca
13.11.21 - 12:150

Insulti e minacce sui social, anche un consigliere comunale denunciato al Ministero pubblico

I commenti aggressivi e minacciosi nel post contro il collettivo 'T'aspetto fuori' hanno portato a una dozzina di querele

LUGANO – Alcuni commenti offensivi sui social e scatta la querela. O meglio, le querele. Sì, perché a essere denunciate al Ministero pubblico per ingiuria, diffamazione, minaccia e incitamento alla violenza sono una dozzina di persone. Tra i querelati anche il consigliere comunale leghista Omar Wicht e pure un dipendente della Città di Lugano. Ma andiamo con ordine.

Tutto nasce – riporta La Regione – dal post Facebook di Wicht del 6 novembre per esprimere disapprovazione in merito al ‘funerale della giustizia’, durante il quale il collettivo ‘T’aspetto fuori’ ha posato una bara davanti al Municipio. “Maleducati e indegni”, è il sintetico commento del leghista. E via con gli insulti e minacce sotto al post. C’è chi parla di “prendere le mazze e tornare a spaccargli la testa come ai vecchi tempi”, chi ‘suggerisce’ che “basta un movimento di carica del ‘buon vecchio Fass 90’ e chi di ‘spaccargli le gambe a quelle me**e”. Il tenore dei commenti è simile in quasi tutte le 140 interazioni.

E il membro del collettivo Michel Venturelli non ci sta. Ha agito inoltrando denuncia nei confronti di una dozzina di persone. “Non si può andare sui social a scrivere certe cose. Chi scrive queste cose è giusto che si prenda le sue responsabilità”, commenta al quotidiano bellinzonese.

Spetterà ora al procuratore pubblico incaricato decidere se effettivamente aprire un’inchiesta. Affaire à suivre.

Potrebbe interessarti anche
Tags
minacce
insulti
consigliere comunale
consigliere
social
ministero
ministero pubblico
post
dozzina
commenti
TOP News
News e approfondimenti Ticino
© 2022 , All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile