liberatv
TIPRESS
Bar Sport
22.06.21 - 17:440

Lugano, resta Renzetti: "Non immaginavo una cosa simile. Abbiamo una montagna da scalare"

Sfuma il passaggio di proprietà. Resta Renzetti, che spiega: "Ero l'uomo più felice del mondo, ma...ora viene il bene del Lugano"

LUGANO – Cambia tutto in seno al FC Lugano. O forse non cambia niente. No, perché il chiacchierato cambio di proprietà non avverrà. I nuovi proprietari Thyago De Souza e Giammarco Valbusa non hanno fornito le necessarie rassicurazioni per ottenere la licenza del passaggio di proprietà. E allora al timone torna il presidentissimo Angelo Renzetti. Per quanto non si sa. Ma tocca di nuovo a lui. Il patron bianconero ha indetto una conferenza stampa per aggiornare tifosi e giornalisti.

"Chiedo scusa a sportivi e tifosi – esordisce Renzetti -. Le trattative le ho portate avanti io senza le necessarie garanzie. Vedevo il bicchiere mezzo pieno. Ora tocca rimetterci in marcia e siamo già in corsa. Abbiamo una montagna da scalare, ma io ci sono".

Ora si tratta di chiarire il futuro, e soprattutto le posizioni dell'allenatore Braga e dell'attaccante Demba Ba. "Abbiamo un allenatore preparato. Ma dobbiamo capire se quello che c'è a Lugano soddisfa le sue richieste. Demba Ba vorrei che restasse, ma ci sono alcune cose da chiarire. Abbiamo poco tempo per lavorare, ma proveremo a fare il massimo. Il bene del Lugano viene prima di tutto".

"Ero andato in vacanza ed ero l'uomo piu felice del mondo. Non immaginavo una cosa simile. Renzetti è il presidente ma il Lugano non può mantenersi con Renzetti".

 

Potrebbe interessarti anche
TOP News
News e approfondimenti Ticino
© 2021 , All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile