liberatv
TiPress/Massimo Piccoli
Politica e Potere
31.05.23 - 10:000

Falsi minorenni richiedenti l’asilo, Marchesi chiede il ricorso al test auxologico

In seguito all’episodio di un giovane svizzero rapinato in centro a Como, il consigliere nazionale UDC interroga le Camere federali sull’opportunità di introdurre questa misura per smascherare coloro che dichiarano un’età falsa per evitare l’arresto

BERNA - Il 27 maggio scorso tre richiedenti l'asilo soggiornanti nella Confederazione sono stati arrestati a Como per aver rapinato un giovane svizzero nel pieno centro della città lariana. Da quanto riportato dai media, i tre erano in possesso di documenti e certificati rilasciati dalla Confederazione, attestanti che avevano 16 anni.

Le Autorità italiane, insospettite, hanno predisposto un esame auxologico, dal quale è emerso che in realtà sono tutti e tre maggiorenni, e di conseguenza sono stati arrestati.

Alla luce di questo episodio, il Consigliere nazionale dell’UDC Piero Marchesi ha inoltrato un’interrogazione al Consiglio federale, chiedendo quanto segue:


- Per i casi dove vi sono dei dubbi sulla reale età dei richiedenti l'asilo, le Autorità svizzere utilizzano il test auxologico?

- Se si, come mai per questi tre casi non è stato eseguito?

- Se no, perché, visto che è un sistema che permetterebbe di smascherare chi dichiara un’età falsa?

Resta connesso con Liberatv.ch: ora siamo anche su Whatsapp! Clicca qui e ricorda di attivare le notifiche 🔔
Potrebbe interessarti anche
Tags
TOP News
News e approfondimenti Ticino
© 2024 , All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile