liberatv
Cronaca
13.08.22 - 11:100

Rifiuta la relazione lesbica della figlia e la accoltella: "Voi morite insieme, io preferisco andare in prigione"

Il racconto della figlia: "Ci ha detto che era arrivato il nostro momento. Mia madre ha visto tutto, ma non ha fatto niente"

SALERNO – Una relazione mai accettata alla base dell’episodio di violenza familiare esploso a Salerno il 6 agosto scorso e poi denunciato. Un padre ha accoltellato la figlia e la compagna della ragazza perché rifiutava la loro unione. L'aggressione omofoba è stata denunciata dalle due giovani ai carabinieri di Crotone.

La figlia dell'uomo ha raccontato agli agenti che il padre abbia riferito queste parole: "Voglio fare trent'anni di carcere: volete morire insieme? È arrivato il vostro momento. Mia madre? Ha assistito all'aggressione e non ha fermato mio padre, anzi mi ha bloccato quando provavo a scappare".

"Entrambe abbiamo riportato qualche ferita, ma siamo riuscite a scappare. Fino alle 5 del mattino però mio padre ci ha inseguite e minacciate  -rivela la donna-. Abbiamo chiamato il 112 e i carabinieri sono intervenuti accompagnandoci nel nostro domicilio di Salerno per fare le valigie e tornare poi a Crotone in sicurezza. Lui ad oggi nega tutto, ma abbiamo le prove di quello che ha fatto". 

Potrebbe interessarti anche
Tags
figlia
relazione
padre
arrivato
madre
salerno
crotone
fare
aggressione
carabinieri
TOP News
News e approfondimenti Ticino
© 2022 , All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile