liberatv
Coronavirus
31.08.21 - 09:240

"Terza dose a anziani e categorie a rischio in autunno, ecco perché"

Lo sostiene l'immunobiologo Christian Münz, membro della Task force scientifica: le difese immunitarie date dal vaccino durerebbero un anno o più, poi potrebbe esserci una malattia grave. Ma per alcune categorie questo momento arriverebbe prima

BERNA - L’immunobiologo Christian Münz, membro della Task force scientifica COVID-19 della Confederazione non ha dubbi: anziani e persone a rischio dovrebbero ricevere la terza dose del vaccino anti Covid.

Riflettendo su quanto sta succedendo in Israele, con molti vaccinati malati, ha detto che "si constata che le reinfezioni nelle persone vaccinate possono diventare abbastanza frequenti. Deve però passare un anno o più prima che la protezione immunitaria delle persone vaccinate scenda a tal punto da rendere possibile una malattia grave".

Ma per le persone anziani basterebbe meno tempo, dunque per coloro che appartengono a quella fascia di età e sono state vaccinate tra gennaio e marzo "sarebbe opportuna una terza dose prima dell’inverno", così come per chi ha le difese immunitarie basse nonostante il vaccino e per i gruppi a rischio. 

Potrebbe interessarti anche
Tags
terza dose
anziani
rischio
categorie
dose
vaccino
task
task force
munz
force scientifica
ULTIME NOTIZIE Coronavirus
News e approfondimenti Ticino
© 2022 , All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile