liberatv
Mixer
29.06.19 - 12:120
Aggiornamento : 02.07.19 - 17:59

"Cchiù pilu pe' tutte!". Le donne si radono meno dove batte e non batte il sole. E una campagna cavalca la tendenza #freeyourpits

Oggi, secondo una ricerca della società Mintel, le abitudini di depilazione e rasatura stanno vivendo un cambiamento epocale. VIDEO

"Cchiù pilu pe' tutti!"? No… parafrasando il le celebre frase di Cetto Laqualunque, "Cchiù pilu pe' tutte!". Oggi, secondo una ricerca della società Mintel, le abitudini di depilazione e rasatura stanno vivendo un cambiamento epocale.

 

In America il mercato è in calo del 3,9% rispetto al 2017, nonostante gli uomini glabri siano sempre di più. Mentre la depilazione maschile sta diventando sempre più popolare anche nelle parti intime tra le donne si registra un’inversione di tendenza. Secondo Mintel, tra i 18 e i 24 anni le ragazze che si radono le ascelle sono scese dal 95% nel 2013 al 77% nel 2016, mentre quelle che si radono le gambe dal 92% nel 2012 sono diventate l’85% nel 2016.

 

Sul calo delle vendite di rasoi incidono probabilmente anche le tecniche di epilazione definitiva, ma il fenomeno sembra essere trainato anche da alcune star che fanno tendenza mostrando i loro peli – da Cara Delevingne su Instagram ad Halsey sulla copertina di Rolling Stones – e il movimento #freeyourpits raccoglie sempre più adesioni.

 

E la nuova campagna pubblicitaria del rasoio Billie che sarà lanciata simbolicamente il 4 luglio, giorno dell’Indipendenza americana, cavalca la tendenza #hairpositive invitando le donne a radersi solo dove e come vogliono, e non per dovere sociale. Protagoniste sono 5 donne di varie etnie e taglie in costume da bagno, alcune delle quali mostrando con naturalezza ascelle e inguine non depilati.

Tags
donne
tendenza
cchiù pilu
pilu pe
cchiù pilu pe
cchiu
campagna
freeyourpits
depilazione
mintel
TOP NEWS Mixer
News e approfondimenti Ticino
© 2019 , All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile