liberatv
TiPress/Elia Bianchi
Politica e Potere
10.09.21 - 11:560

Unia e OCST contro TiSin: "Un'organizzazione che serve i padroni"

Il caso delle aziende che stanno facendo firmare ai dipendenti dei CCL per sfuggire al salario minimo ha creato uno scontro tra i due sindacati storici e TiSin, nato un anno e mezzo fa. "Una creatura della Lega che.."

STABIO - I CCL tirati fuori dal cilindro, si potrebbe dire a un minuto a mezzanotte, da alcune aziende soprattutto del Mendrisiotto per riuscire a tenere i salari più bassi di 3-4 franchi orari rispetto ai minimi salariali che entreranno in vigore da dicembre, hanno creato uno scontro tra i sindacati Unia e OCST e la realtà di TiSin, ritenuto una sorta di "sindacato farlocco, una associazione padronale pagata direttamente dall'azienda".

"TiSin è un'organizzazione che di fatto serve ai padroni, come dimostra la scelta d firmare questi contratti collettivi aziendali che vanno a esclusivo vantaggio delle imprese. E non è un sindacato, visto che il diritto di voto non lo hanno gli associati, ma i fondatori", attacca Cicero di Unia.  

Un volantino dei due sindacati, distribuito di fronte alla Cebi Micromotors di Stabio, spiega come "è una creatura della Lega dei Ticinesi, un partito che si è costruito politicamente istigando la popolazione ticinese contro i frontalieri additandoli come la causa di tutti i mali. Oggi mostrano con chiarezza la loro faccia schierandosi al fianco dei peggiori padroni che circolano in Ticino, promuovendo il dumping salariale e sociale".

Potrebbe interessarti anche
TOP News
News e approfondimenti Ticino
© 2021 , All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile