liberatv
TIPRESS
Cronaca
09.12.22 - 10:290
Aggiornamento: 13.12.22 - 08:38

La testimonianza della donna rapinata a Novazzano, "mi hanno detto di aver mio figlio in ostaggio"

Il Corriere del Ticino ha intervistato la donna che ha subito una rapina a mano armata la sera dello scorso 28 novembre

NOVAZZANO – "Dentro di me sono una furia, piena di rabbia". La voce di Anna (nome di fantasia) viene raccolta dal Corriere del Ticino. Lei è la signora anziana rapinata la scorsa settimana da un gruppo di malviventi. "Erano tutti incappucciati – racconta –. In quel momento c'era la partita della Svizzera. Mio marito stava guardando la partita quando ha udito dei rumori. Si è alzato per andare a controllare e si è trovato questa truppa davanti. Ci hanno detto 'non vi faremo del male, non vi facciamo niente". 

"Io mi sono lasciata cadere sulla poltrona, così uno di loro è dovuto restare con me. Un altro si è fatto aprire la cassaforte da mio marito, gli altri giravano per casa. Mi hanno anche detto che avevano nostro figlio in ostaggio". I rapinatori hanno anche legato mani e piedi dei coniugi, probabilmente per guadagnare tempo. 

Come riportato dal quotidiano, sono quattro (e non cinque) le persone ricercate per la rapina avvenuta il 28 novembre scorso a Novazzano.      

Tags
TOP News
News e approfondimenti Ticino
© 2023 , All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile