liberatv
Cronaca
24.09.22 - 17:000

Crisi energetica, "solo dalla primavera"

Il presidente dell'Associazione delle aziende elettriche svizzere (AES): "È troppo presto per spingersi oltre"

BERNA – "Il Consiglio federale ha agito correttamente con la sua strategia per evitare un'incombente carenza energetica". Per Michael Wider, presidente dell'Associazione delle aziende elettriche svizzere (AES), è infatti ancora" troppo presto per spingersi oltre".
 
Quello lanciato dal governo federale è stato un messaggio importante, ha detto Wider in un'intervista al quotidiano romando Le Temps. Ogni chilowattora conta per superare bene l'inverno. E al momento sono in fase di realizzazione numerosi progetti.

"Se dovesse effettivamente verificarsi una carenza di energia elettrica, ciò avverrebbe probabilmente solo nella primavera del 2023, afferma il presidente di AES. È ancora troppo presto per accumulare l'acqua nei bacini idroelettrici. L'autunno è statisticamente una stagione di forti precipitazioni".

Wider sostiene anche la "Strategia energetica 2050 del governo federale, che nelle ultime settimane è stata fortemente criticata, soprattutto dall'UDC".Questa strategia si basa tuttavia troppo sulle importazioni e sul presupposto che il mercato da solo possa garantire la sicurezza dell'approvvigionamento.

Potrebbe interessarti anche
Tags
primavera
troppo presto
aes
presidente
spingersi oltre
spingersi
elettriche svizzere
aziende elettriche svizzere
aziende elettriche
associazione
TOP News
News e approfondimenti Ticino
© 2022 , All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile