liberatv
Cronaca
08.03.21 - 14:440
Aggiornamento : 15:19

Festino a Locarno: "Il docente non aveva mai dato problemi. Vogliamo capire perché l'ha fatto". Il direttore scrive ai genitori

Il professore, ora sospeso, che ha permesso al gruppo di accedere alla scuola, sarà sentito dalla Direttrice dell'Ufficio dell'insegnamento medio. Lacerenza parla di 600 euro di multa, ma in realtà...

LOCARNO - La Scuola Media di Locarno ha deciso di tenere aperta la sua sede sabato per ricevere genitori e allievi che desideravano porre domande e esprimere il loro sconcerto su quanto accaduto giovedì scorso, col festino alcoolico all'interno della scuola di via Perini. 

Il direttore ha anche scritto personalmente ai genitori e oggi tutte le classi incontreranno il loro docente di classe, come riporta Il Caffé. 

A lasciare senza parole la presenza di un docente, che stando tra l'altro all'influencer Davide Lacerenza, sarebbe stato colui che ha pensato di trasferire la festa di compleanno dall'hotel La Tureta (i cui dipendenti avevano chiesto al gruppo di lasciare gli spazi comuni entro le 23) alla scuola, "da me". Per molti la sua bravata rischia di vanificare mesi a spiegare ai ragazzi come ci si debba comportare in epoca Covid.

Sul domenicale il Caffè, Tiziana Zaninelli, direttrice Ufficio dell’insegnamento medio ha spiegato che incontrerà il docente. "Dopo essere stato sospeso, il professore verrà ascoltato da me e lo incontrerò per cercare insieme a lui di capire quali sono state le ragioni che lo hanno portato a fare quello che ha fatto. Egli non ha mai dato segnali di difficoltà professionali. Non ho mai ricevuto da parte della direzione segnalazioni su possibili suoi disagi o problemi legati all’insegnamento".

Nel frattempo, Davide Lacerenza ha ripreso la sua vita di sempre, documentata da Instagram stories, tra champagne e feste. Ha spiegato di aver pagato solo 600 euro di multa per gli assembramenti, addossando appunto la colpa al docente. Ma secondo il comunicato di Polizia e Ministero Pubblico, non è tutto così semplice: in realtà dovrà rispondere del reato di contravvenzione alla Legge federale sugli stupefacenti ed è stato sanzionato anche dall'Amministrazione Federale delle Dogane. 

 

Potrebbe interessarti anche
TOP News
News e approfondimenti Ticino
© 2021 , All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile