liberatv
© Ti-Press / Pablo Gianinazzi
Cronaca
15.05.19 - 10:090

Nessuna denuncia per gli ultras responsabili dei disordini al Riva IV. Bignotti: "Più fumo che arrosto"

Il direttore generale del Chiasso 'grazia' i tifosi e spiega la scelta: "All'interno dello stadio nessuna violenza". Il sindaco Arrigoni: "Per noi la questione è chiusa"

CHIASSO – “L’irruzione” dei tifosi del Chiasso a bordo campo al termine della sconfitta di due settimane fa contro il Vaduz (vedi articoli suggeriti) non sfocerà in nessuna inchiesta penale. Contrariamente a quanto dichiarato nei giorni scorsi, il direttore generale del club rossoblù Nicola Bignotti e il responsabile della sicurezza Ivan Belloni hanno fatto sapere al Corriere del Ticino che “non è stata inoltrata alcuna denuncia alla polizia cantonale”.

Gli esagitati tifosi quindi, di cui due dipendenti pubblici, non sono a rischio diffida grazie al “condono” del FC Chiasso che, in un momento difficile calcisticamente parlando, ha deciso di non aggravare ulteriormente la situazione e tenersi i suoi supporters al proprio fianco per le ultime tre gare della stagione.

Al quotidiano, Bignotti ha spiegato il perché della decisione: “Non faremo denuncia perché all’interno dello stadio non c’è stata violenza. Quanto accaduto è stato più fumo che arrosto”. Bignotti ha sottolineato che la decisione non è stata presa per paura di prendere le distanza dalla tifoseria più calda.

“Noi – continua – abbiamo censurato subito i modi della protesta”. Tirano un respiro di sollievo i due dipendenti pubblici coinvolti nei disordini dello scorso 4 maggio. In caso di diffida e conseguente segnalazione alla polizia, i due avrebbero potuto perdere il posto di lavoro. Ma in questo modo non sono tenuti a rendere conto del proprio comportamento ai rispettivi Municipi di Chiasso e Castel San Pietro.

Uno dei due – riporta sempre il Cdt – “si è scusato con il FC Chiasso e con il Municipio”, ha spiegato il sindaco Bruno Arrigoni, il quale ribadisce che "per noi la questione è chiusa".

2 mesi fa "Per voi è lavoro, per noi una passione". Brutte scene a Chiasso, i tifosi cercano il contatto con la squadra
Potrebbe interessarti anche
Tags
chiasso
bignotti
denuncia
disordini
tifosi
TOP News
News e approfondimenti Ticino
© 2019 , All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile