liberatv
Coronavirus
19.10.20 - 17:070

Coronavirus, Massimo Galli: "Si paga la scarsa attenzione dell'estate. La crescita va fermata o siamo nei guai"

Il primario di Malattie infettive al Sacco di Milano: "Negli ospedali lo sconforto è tangibile. Tutto quello che non è necessario deve essere evitato"

MILANO – Il primario di Malattie infettive al Sacco di Milano Massimo Galli suona l’allarme rosso. “La situazione negli ospedali – dice al Corriere della Sera – somiglia molto a quella dello scorso marzo. Nel personale lo sconforto è tangibile”.

Galli non si dice stupito dalla rapidità con cui i contagi hanno ripreso ad aumentare in Italia e, in particolar modo, in Lombardia. “In realtà, i tecnici veri lo sapevano da tempo. O si trova la maniera di arrestare il processo di crescita o siamo nei guai. La colpa? Non si sono rispettate le raccomandazioni durante l’estate. E il virus non se n’è mai andato. Sono, inoltre, dell’idea che la riapertura delle scuole ha contribuito all’aumento dei casi”.

E ancora: “Per la sicurezza di tutti, quello che non è essenziale e potenzialmente pericoloso per la diffusione del virus dovrà essere evitato. A mio avviso, la cure non necessarie negli ospedali non devono essere rinviate. Organizzarsi è possibile”.

 

Potrebbe interessarti anche
Tags
galli
ospedali
diffusione
virus
TOP News
News e approfondimenti Ticino
© 2022 , All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile