liberatv
Coronavirus
04.08.21 - 10:590

Ora gli esperti lo dicono: il Coronavirus non sparirà, dovremo continuare a conviverci

Virginie Masserey, responsabile della sezione di controllo delle infezioni presso l'ufficio federale della sanità pubblica (UFSP): "Ci saranno sempre positivi asintomatici e contagi, l'immunità di gregge con la scomparsa del virus non è possibile"

BERNA - L'epidemia di Coronavirus finirà? Nessuno lo sa dire con certezza: addirittura, in un paio di giorni Virginie Masserey, responsabile della sezione di controllo delle infezioni presso l'ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) ha spiegato che il Covid resterà tra noi e che l'immunità di gregge con la scomparsa del virus non è possibile. 

Ieri in conferenza stampa si è mostrata ottimista: "Il SARS-Cov2 non scomparirà, ma grazie ai vaccini abbiamo nelle mani la possibilità di porre fine all'epidemia nel giro di due mesi". Non è chiaro cosa significhi la fine dell'epidemia. Perchè, appunto, a suo avviso il Covid non sparirà e lo ha ribadito in un'intervista al 20 Minuten: "Quando si ha a che fare con virus contagiosi come i coronavirus, probabilmente è impossibile raggiungere l'immunità di gregge. Ci saranno sempre positivi asintomatici e contagi, e il virus continuerà a mutare. L'immunità di gregge con la scomparsa del virus probabilmente non è possibile". 

La campagna vaccinale ora sta rallentando. Si parla anche di una terza dose, forse in autunno.  E le categorie a rischio, ha aggiunto Masserey, potrebbero essere vaccinate una volta all'anno, come avviene per l'influenza.

Ma quando si tornerà a una vita 'normale'? "Il passaggio alla fase di normalizzazione è una decisione politica. Ma non si tratterà ancora della normalità. Ci saranno ancora misure come la mascherina o il distanziamento sociale", ha chiarito. Quindi, a quanto pare al 'prima' non si potrà tornare. E perché chi è completamente vaccinato deve portare la mascherina? "Se vaccinati e non vaccinati fanno festa insieme senza indossare la mascherina, si rischia il contagio. Per questo motivo continuano a essere necessarie misure come l'obbligo di mascherina o la limitazione delle presenze agli eventi privati".

Però aveva anche affermato che comunque, qualsiasi cosa si faccia, il Covid resterà tra noi e continuerà a circolare. Intanto, ha ammesso di sapere che la popolazione è stufa delle restrizioni. "Penso che arriverà il momento in cui dovremo cedere la responsabilità alla popolazione. Lo Stato non può ordinare in eterno provvedimenti. A un certo punto ognuno dovrà poter decidere se farsi vaccinare o se contrarre il Covid. Il coronavirus non scomparirà. Dobbiamo imparare a conviverci. Ma resta importante non sovraccaricare il sistema sanitario".

Potrebbe interessarti anche
ULTIME NOTIZIE Coronavirus
News e approfondimenti Ticino
© 2021 , All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile