liberatv
Coronavirus
14.05.21 - 14:420

A Zurigo scoprono un punto debole del Covid

L'osservazione dei fenomeni secondo cui si riproduce il virus potrebbe permettere di sviluppare un antivirale efficace anche contro le varianti

ZURIGO - Un'importante scoperta del Politecnico di Zurigo potrebbe portare a trovare un farmaco contro il Covid, efficace anche contro le sue varianti. 

Infatti sono riusciti per la prima volta ad osservare in che modo avviene l’interazione dell’RNA virale con il ribosoma della cellula ospite infettata. Il ribosoma è un elemento base nella fabbricazione di nuovi virus. Esso è  fabbrica di proteine della cellula e talvolta può sbagliarsi durante la lettura della sequenza dei nucleotidi che compongono l’acido ribonucleico (RNA), omettendo dei componenti. Il fenomeno prende il nome di "slittamento".

Virus come il Covid fa dipendere dallo slittamento la produzione di proteine. ll virus SARS Cov-2, che causa il Covid-19, induce il frame shift (termine inglese per slittamento) piegando il suo RNA in un modo insolito e complesso.

Vista la centralità del fenomeno dello slittamento, un farmaco in grado di attaccare questo processo potrebbe essere utile per trattare le infezioni causate da nuove varianti del virus. I ricercatori hanno spiegato che "si concentreranno sulla comprensione dei meccanismi di difesa cellulare che sopprimono il frame shift virale". I composti chimici che mirano a questo RNA virale appositamente piegato potrebbero essere potenzialmente utilizzati come farmaci antivirali.

ULTIME NOTIZIE Coronavirus
News e approfondimenti Ticino
© 2021 , All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile