liberatv
Coronavirus
16.03.21 - 14:520

Il punto degli esperti da Berna: "Terza ondata? Presto, ma i dati vanno in quella direzione". E sulle riaperture...

Patrick Mathys: "Dal punto di vista epidemiologico non è il momento ideale per riaprire, ma non spetta a me decidere..."

BERNA – Nuovo martedì, nuovo appuntamento informativo da parte degli esperti della Confederazione. Presenti all'info-point il vice capo della Sezione diritto agenti terapeutici dell'UFSP Fosca Gattoni, il capo della sezione Gestione delle crisi e cooperazione internazionale Patrick Mathys, il responsabile dello stato maggiore di crisi Covid Martin Bühler e il presidente dell'Associazione dei medici cantonali Rudolf Hauri, nonché medico cantonale di Zugo.

A rompere il ghiaccio è stato Mathys. "Il numero di contagi – esordisce – è in continua crescita. Ci chiediamo se il Paese è all'inizio della terza ondata. L'aumento è netto e il numero di contagi potrebbe raddoppiare entro quattro settimane. Le nuove varianti sono diventate dominanti. Rappresentano l'80% delle infezioni. La variante britannica è quella più presente e comporta un decorso più grave". Tuttavia, "la strategia di vaccinazione prosegue al meglio".

Rispondendo a una domanda precisa di un giornalista, Mathys ammette che "è troppo presto per parlare di terza ondata, ma i dati lo suggeriscono. Le vaccinazioni possono però abbassare la curva. Riaperture troppo veloci? Non spetta a me decidere, ma dal punto di vista epidemiologico non è certo il momento migliore per aprire". 

Potrebbe interessarti anche
ULTIME NOTIZIE Coronavirus
News e approfondimenti Ticino
© 2021 , All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile